Colori di sondaggio

Qual è secondo voi la canzone più bella contenuta in
“Colori d’amore”? Nel gruppo yahoo dedicato ad Iva partecipate al sondaggio!!
http://it.groups.yahoo.com/group/IvaZanicchi/surveys?id=2169085

0 thoughts on “Colori di sondaggio

  1. Io ho votato “Tu non sai”. Casalino e’ un grande e vorrei che Iva registrasse altre sue canzoni. Pero’ se questo sondaggio serve a Iva per scegliere un secondo singolo, voterei “Amaro amarti”

  2. La canzone che ascolto più volentieri è il pezzo scritto dalla Nava, “Ti Voglio”.
    Ma molto gradevole anche “Ti Ricordi”.

  3. Io ho votato per “Ti ricordi” .. trovo sia la più bella dell’album, insieme a “Ti voglio senza amore” .. Comunque belle anche “Tu non sai” e “Gelosia” ..

  4. ciao a tutti!il disco per chi non lo avesse ancora ascoltato e’ bellissimo ed estremamente vario!la canzone che adoro di piu’ e’ DIMMELO seguita da TI VOGLIO SENZA AMORE e TI RICORDI..bellissime!Speriamo che a questo progetto ne seguano altri!Un bacio a tutti e a Iva!emanuele

    • Tomaso capisco la tua scetla ma non la comprendo per una ragione semplice: quando leggo un autore, per dire che la sua poesia mi piace e mi sconvolge, non mi serve sapere se ha vissuto a Singapore o Cina, e nemmeno se e8 vivo o morto.Quell’autore lo leggo perche8 mi preme scoprire la sua poetica attraverso i miei occhi pif9 di ogni altra cosa.Che poi dopo aver letto e apprezzato io voglia approfondire di pif9 la sua poetica questo e8 un altro conto.Io comprendo che oggigiorno vogliamo affermare continuamente la nostra individualite0, ma questo non toglie che noi possiamo fare molto di pif9 per essa.Io come individuo, definisco molto di pif9 il mio lavoro di scrittore se percepisco un voto nell’anonimato della mia persona, che quando tutti sanno come scrivo, quello che si aspettano dalla mia scrittura e cosec via.Qui si denuncia soprattutto un malessere di fondo della scrittura e della messa in scena di essa: non vi e8 pif9 ormai limite alla pubblicazione. Vengono spesso fatte anche a pagamento e agli editori questo fa comodo, perche8 tanto vengono comprate le copie dall’autore e l’editore, giustamente non fallisce. Vengono quindi pubblicati spesso libri illeggibili e immondi, pieni di autoreferenzialite0 innaturali e incomprese.Perche8 quindi non mettere una votazione per tutti gli autori che arrivano all’editore e quindi mettere il lettore subito di fronte ad una scetla dell’autore?Cosec l’editore avre0 sicuramente le sue copie pubblicate, l’autore verre0 letto (che poi scelga o meno di schiaffarci la sua faccia in copertina una volta pubblicato, ci interessa poco), e soprattutto il lettore sare0 soddisfatto, che per un autore SERIO e8 la cosa pif9 importante.Gli autori e8 vero scrivono principalmente per se stessi, perche8 la scrittura e8 come un bisogno viscerale dell’Io di pronunciarsi, ma un autore serio e8 sempre alla ricerca del nuovo, senza compromettere la sua individualite0: ha sempre bisogno di arrivare ad un Io pif9 complesso e migliore.Quindi questo dovrebbe indicare una ricerca continua della scrittura, senza mettere in vetrina qualcosa di completamente inaccettabile.Perche8 quindi avere paura di una votazione?Perche8 avere paura di essere votati dai propri lettori e quindi che essi decidano la tua pubblicazione?La cosa sembra completamente un ossimoro per coloro che vogliono essere LETTI PERCHe8 AMANTI DELLA POESIA.Non confondiamo quindi l’anonimato con una serie di paure come- la perdita di coscienza dei propri scritti- il plagio (non sussiste come problema perche8 l’editore sa benissimo chi e8 l’autore e sa chi pubblichere0 a fine votazione)- addirittura perdita nel tempo della legittimite0 degli scritti (e8 l’autore che decide se proporre la propria faccia o la propria scrittura e basta) Il concorso che nell’anonimato si propone, spiega bene le fasi di come questa scetla avverrebbe, quindi leggiamo, scrutiamo e non confondiamo la reale svolta nel lavoro di autori ed editori Questo sarebbe un passo giusto verso la buona poesia, quella vera

  5. Non riesco anon ascoltare e amare il successo sanremese. Devo dirvi che preferisco la versione Live, in cui l’orchestra e il suono è più evidente ed emotivo.

  6. Anche quest’album conferma ulteriormente le grandi potenzialità della nostra IVA. Decisamente un cd fresco e piacevole, cantato con una grinta e una verve da far impallidire anche cantanti più moderne. Le canzoni più belle dell’album, oltre quella sanremese, “La doppia vita”, “dimmelo”, “Ti voglio”, “Amaro Amarti” e “ti Ricordi”. Particolarmente indicata per un secondo estratto dall’album, come ipotetico singolo estivo, credo sia proprio la canzone “Dimmelo”.

  7. Come secondo singolo deve scegliere Amaro amarti perchè potrebbe usufruire dell’effetto Tiziaro Ferro, autore del brano, un po’ come Giusy Ferreri…ed è comunque molto radiofonico come brano

  8. Ultimamente riascolto continuamente “Ti voglio”. A prima vista sembra una melodia da operetta ma poi ti accorgi che in verita’ l’armonia e’ moderna e per niente facile. Anche dal punto di vista vocale. Credo. 🙂 E poi piu’ ascolto “Il mio bambino”, piu’ mi piace. Quest’arrangiamento rock si addice molto alla sua voce graffiante. 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *