Fulmine sull’aereo in atterraggio Gomma bucata al volo seguente. A bordo Iva Zanicchi

Disagi al “Colombo” per  i passeggeri diretti a Roma: invece che alle 10.15 partenza alle 14. A bordo anche le compagne dei due marò e Iva Zanicchi.

Fulmine sull'aereo in atterraggio Gomma bucata al volo seguente
Un fulmine e una ruota bucata bloccano i voli per Roma 

Un fulmine ha colpito stamattina un aereo in atterraggio all’aeroporto “Colombo” di Genova. Nessun problema per passeggeri e equipaggio e lunga revisione per l’aeromobile. E’ avvenuto intorno alle 10 di stamani al volo Alitalia proveniente da Roma.
Dopo i controlli l’aereo ripartirà per Roma alle 17.30. Il velivolo sarebbe dovuto ripartire alle 10.15. Parte dei passeggeri è stata fatta salire sull’aereo Alitalia programmato per le 11.15 per Roma, ma il mezzo in fase di rullaggio ha bucato un pneumatico ed è partito alle 14. Sul volo Alitalia delle 11.15 per Roma che ha bucato un pneumatico durante il rullaggio, c’erano anche Vania Ardito e Paola Moschetti, moglie e compagna di Salvatore Girone e Massimiliano Latorre, i due marò detenuti in India da oltre due anni. Sull’aereo anche Iva Zanicchi e la nazionale greca femminile di pallanuoto.

Iva Zanicchi non segue il PPE e vota a favore della Relazione Lunacek per combattere l’omofobia

394 a favore, 176 contro e 72 astensioni. Questi i risultati del voto del Parlamento europeo che ha approvato la cosiddetta Relazione Lunacek, dal titolo «Tabella di marcia dell’UE contro l’omofobia e la discriminazione legata all’orientamento sessuale e all’identità di genere». La Relazione Lunacek “traduce” per l’Europa i princìpi, sintetizzabili in “omosessualizzazione istituzionale dei diritti umani”. In futuro non potranno esserci legislazioni nazionali che contraddicano gli interessi degli attivisti Lgbt, così che – ad esempio – gli Stati membri saranno obbligati ad approvare matrimoni tra persone dello stesso sesso, iniziando dal riconoscimento a tutti gli effetti, in ciascuno Stato, dei “matrimoni” contratti in altri Stati che già lo permettono. Inoltre coppie formate da persone dello stesso sesso in tutti gli Stati Membri dovrebbero avere accesso libero all’adozione, alla fecondazione in vitro e alla maternità surrogata.

Glu unici parlamentari europei italiani del PPE che hanno votato a favore del “rapporto Lunacek”: Aldo Patriciello, Barbara Matera, Licia Ronzulli, Iva Zanicchi

Il parere di Iva sullo scandalo Tiziano Ferro

E’ molto “diretta”  Iva Zanicchi, settantaquattro anni, che è l’unica cantante ad avere vinto per tre volte il Festival di Sanremo ed è anche parlamentare europea di Forza Italia. «Stimo moltissimo Tiziano e lo considero un grande artista», mi dice la Zanicchi. «Ma evadere le tasse è molto grave, perché le nostre tasse pagano le scuole, gli ospedali, la polizia e tutto quello che manda avanti il nostro Paese. Non pagare le tasse significa rubare ai più deboli. Non solo: un piccolo imprenditore in difficoltà, che evade le tasse per non andare in fallimento, sbaglia, ma può essere capito. Chi già guadagna miliardi di lire, invece, non ha scuse se ricorre a un imbroglio per avere qualche miliardo in più. Per me i “grandi evasori” si devono vergognare». «Sta dicendo che Tiziano Ferro deve vergognarsi?», chiedo. «Non posso dare giudizi morali su Tiziano perché non so come sono andate esattamente le cose: se davvero non ha pagato tutto ciò che doveva, è comunque possibile che lui fosse in buona fede, che sia stato ingannato da consulenti fiscali senza scrupoli. Ma, se invece si dovesse scoprire che Tiziano ha evaso le tasse di proposito, gli direi: “Tiziano, hai sbagliato tre volte. Primo, perché le tasse vanno pagate. Secondo, perché chi evade le tasse ruba il futuro ai nostri giovani, che sono le prime vittime della crisi, e a farti ricco sono stati proprio i giovani che ti amano, che comprano i tuoi dischi e pagano il biglietto per i tuoi concerti, facendo spesso grossi sacrifici perché sono disoccupati o fanno lavori precari. Terzo, perché questi giovani vedono in te un modello e tu devi dare loro un buon esempio. Pensaci, Tiziano”». Quindi, seguendo il pensiero di Iva Zanicchi, se davvero Tiziano Ferro ha evaso le tasse di proposito, al suo prossimo concerto lui farebbe bene a dedicare proprio ai suoi giovani ammiratori una delle sue canzoni più famose. Si intitola Perdono e inizia così: “Perdono! Sì, quel che è fatto è fatto, io però chiedo scusa”.

Zanicchi: “Mi ricandido alle Europee, anche se Berlusconi non vuole”

Iva Zanicchi è pronta a sfidare il parere Silvio Berlusconi e candidarsi di nuovo alle prossime elezioni Europee.

Lo dice lei stessa a Un giorno da Pecora su Radio2: “Sì, mi candido con Forza Italia, anche se tutti me lo sconsigliano io sono una testarda”, ha detto la europarlamentare eletta in quota Pdl.

L’ex conduttrice tv ora ha spiegato di aver chiesto consigli al Cav: “Mi mette in guardia, mi dice: chi te lo fa fare?. Lui mi dice, sarei felicissimo di candidarti, però gli spiace perché poi sono sotto tiro delle critiche”. “E suo marito cosa vorrebbe facesse?”, chiede il conduttore del programma. “Vorrebbe che rimanessi in casa a fare l’uncinetto e la maglia. Ma io sono una testarda”, replica lei.

(Fonte: Il Giornale)