CODIGORO Un trio di successo in cerca di guai

Apprezzata serata, sul palco le mattatrici Zanicchi, Clery e Bouchet

Un trio di donne, arrivate a metà cammino della propria vita, tutte, per un motivo o per un altro deluse dalle cose della vita, ma unite da profonda e sincera amicizia, hanno dato vita alla commedia che sabato ha aperto la stagione teatrale codigorese e riempito il Teatro Arena.

Barbara Bouchet, Corinne Clery e la straordinaria partecipazione di Iva Zanicchi, che dal pubblico codigorese ha ricevuto una “razione” extra di calorosi applausi, anche per alcune digressioni canore di un paio di suoi successi degli anni passati, hanno portato sul palco “Tre donne in cerca di guai”, per la regia di Nicasio Anzelmo che ha adattato Les Amazones del noto autore francese Jean Marie Chevret. Tre amazzoni che decidono di vivere sotto lo stesso tetto per superare le delusioni della vita e trovare un nuovo slancio. Una grande casa, a due passi dalla Tour Eiffel, stando alla scenografia, dove oltre alle tre donne, la neo divorziata dopo trent’anni di matrimonio (Zanicchi), l’animatrice dei club vacanze licenziata (Clery), la manager che ha sacrificato la vita sentimentale (Bouchet), arrivano a sconvolgere e poi far tornare nei binari della quotidianità, anche se forse un po’ fuori dall’ordinario, ma in linea con i tempi, due uomini: uno studente fuoricorso gay (Giovanni Di Leonardo) e il giovane, aitante, anche troppo, notaio (Nicola Paduano). Una commedia in cui l’ironia non abbonda, ma il pubblico apprezza.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.