Warning: mysqli_num_fields() expects parameter 1 to be mysqli_result, boolean given in /homepages/9/d611919376/htdocs/ivazanicchi-it/wordpress/wp-includes/wp-db.php on line 3380
class="post-1960 post type-post status-publish format-standard hentry category-Televisione tag-cr4 tag-iva-zanicchi tag-troika">

Iva Zanicchi: “Se ho tradito? Quella volta sono stata una troika”

A la Repubblica delle donne, Iva Zanicchi ha confessato di essersi guardata in giro durante la sua tournée

Così, incalzata sul tema del tradimento dal produttore Piero Chiambretti ha sparato una vera e propria bomba. La cantante ha raccontato che durante un tour in Russia si è fatta tentare e non poco.

“Io sono andata in Russia a fare una lunga tournée – ha spiegato Iva Zanicchi -. Sono stata la prima a cantare in tutta l’Unione Sovietica. Ebbene, l’ultima settimana dovevo cantare a San Pietroburgo. A Mosca mi avrebbe raggiunto mio marito. Dovete sapere che io, quando canto, ho bisogno di puntare qualcuno. Quella volta c’era Sasha, questo bellissimo principe alto e con gli occhi azzurri. Si metteva sempre in prima fila e io lo guardavo. Guarda oggi e guarda domani, lui mi ha corteggiata e io ho cominciato a provare trasporto”.

E poi? Poi arriva il bello. “A San Pietroburgo, una sera – continua la cantante – siamo andati lungo la Neva, su una troika trainata da tre cavalli (la troika è un traino a tre cavalli per carrozze o slitte usato in Russia, ndr). Io dovevo salire su questa troika insieme ad una certa Ludmilla, invece, non si sa come, mi ritrovo lui con questo principe e mi sono sentita un po’ troika anche io. Abbiamo cominciato a baciarci e io ho pensato di essere innamorata. Subito dopo, sarebbe dovuto venire in camera da me a bere una vodka, gli dissi di salire dopo qualche minuto, ma mentre chiedo la chiave al portiere sento chiamarmi alle spalle: era mio marito che mi faceva una sorpresa. Ci sono stata malissimo. Il mio bassista è andato ad avvertire il principe. Ma io… avrei bevuto solo una vodka. Anzi, sono sincera: l’avrei tradito, perché quello lì mi piaceva proprio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *