Tale e Quale Show 2017, cast con Alessia Macari, Iva Zanicchi e Pupo?

 

Alessia Macari ai provini di Tale e Quale Show 2017Tale e Quale Show 2017 con Carlo Conti: Alessia Macari, Iva Zanicchi provinati per il cast

Proseguono i casting per la nuova edizione di Tale e Quale Show con Carlo Conti. Il programma con gli imitatori canterini tornerà in onda all’inizio dell’autunno e fervono i preparativi per organizzare l’ennesima scoppiettante stagione. È di oggi un’indiscrezione del portale Blogo sugli ultimi provini presso gli studi Elios di Roma. A partecipare alle audizioni sono stati, fra gli altri, la Ciociara di Avanti un Altro Alessia Macari ed Iva Zanicchi. La vincitrice del primo Grande Fratello Vip, dunque potrebbe entrare nel cast del blockbuster prodotto da Endemol! Chi ha assistito al provino ha detto che se l’è cavata egregiamente anche come imitatrice! Insieme a lei, potrebbe anche esserci Iva Zanicchi (la sua presenza appare quasi certa), cantante, ex parlamentare, conduttrice, donna poliedrica, reduce dalla partecipazione a Selfie Le Cose Cambiano con Simona Ventura, in cui ha svolto il ruolo di mentore.

CARA RAI, PAOLO MERITAVA DI PIÙ

Presentatore, autore, paroliere. E per lei, amico. Iva Zanicchi ricorda Limiti lanciando una frecciata alla tivù pubblica: «Voleva tantissimo Domenica in e non gliel’hanno mai data».

La musica, la televisione e, più in generale, il mondo dello spettacolo piangono Paolo Limiti, conduttore, paroliere, autore tivù e grandissimo divulgatore di memorie collettive, morto questa mattina 27 giugno a 77 anni (era nato l’8 maggio del 1940) nella sua casa milanese.  A LetteraDonna  Iva Zanicchi che nei primi Anni ’70 da Limiti ricevette in dono brani quali La mia sera, Vendetta eAmarlo: «Va via una persona che ha dato tanto al nostro mondo, alla musica e non soltanto. Pur non frequentandoci moltissimo è sempre stato presente nelle mie cose importanti».

DOMANDA: Ci può fare un esempio?
RISPOSTA: Ce ne sarebbero a centinaia. Ricordo quando misi in scena uno spettacolo molto bello con l’orchestra al Dal Verme di Milano, Una voce per le donne, e lui era in prima fila. Lo è sempre stato ogni volta che ero a teatro.
D: Una persone che stimava anche al di fuori del rapporto professionale.
R: Sì. Le racconto una cosa: ero in tournée a New York e avevo dietro mia figlia di 12 anni che doveva rientrare in Italia perché iniziavano le scuole. Ho trovato Paolo e l’ho affidata a lui che se ne è occupato come un padre, accompagnandola a casa e prendendosi cura di lei. Ecco, c’era questo rapporto di stima infinita.
D: Che cosa ha dato Paolo Limiti alla musica?
R: Una serie infinita di grandi successi, perché ha scritto per tutti. Per Mina, ad esempio, è stato un autore importantissimo. Lo stesso per me. Fece una traduzione da Amazing Grace scrivendo una canzone bellissima, La mia sera, che purtroppo ho cantato poco ma era bellissima, con un testo fantastico.
D: E alla televisione?
R: È stato il primissimo a inventare le lunghe interviste in tivù. Io facevo Ok, il prezzo è giusto? e lui mi chiamò dedicandomi una puntata intera in un programma pomeridiano, mandando in onda vecchi filmati, invitando amici e persino la stilista che aveva disegnato i miei primi vestiti per Sanremo. Quella trasmissione lì, che poi hanno copiato tutti, è ancora imbattuta per record di ascolti.
D: Cosa perde il mondo dello spettacolo con la sua morte?
R: Una persona molto capace e colta, sapeva qualsiasi cosa di musica e di cinema. Mai volgare, educatissimo, ironico, carino: insomma, un grande professionista. Sapeva vedere lontano. Mi scusi se sono un po’ polemica, ma lui ha dato tanto alla televisione italiana, alla Rai in particolare, e l’unico grande rammarico è che non ha ricevuto un granché, anche se di fatto lui non si è mai lamentato.
D: A cosa si riferisce?
R: Per esempio desiderava tantissimo fare Domenica in e non gliel’hanno mai data (se non in co-conduzionenel 2004/05, ndr). Mi dispiace molto perché l’avrebbe meritato davvero. Avrebbe potuto fare tantissime altre cose. D’altronde abbiamo visto in questi ultimi tempi come si è comportata la Rai: o sei schierato in un certo modo o sei fuori.

Volete partecipare con Iva a Fancaraoke

Una nuova puntata di Fancaraoke vi aspetta! E questa volta, abbiamo deciso di puntare su una grande voce della musica italiana: IVA ZANICCHI!
Siete fan della grande Iva ? Sapete tutto di lei e delle sue canzoni? Avete voglia di incontrarla? Per partecipare basta compilare il form (in tutte le sue parti) al link http://afrodita.it/casting-fan-caraoke/ (entro venerdi 14 Luglio)
La macchina dei fan aspetta te! 🚗🚗🚗🚗
#fancaraoke #raiuno #ivazanicchi

IVA ZANICCHI-BARBARA DE ROSSI/ Le bionde e straripanti mentori (Selfie 2, Le cose cambiano)

Barbara De Rossi e Iva Zanicchi a Selfie 2, le cose cambianoBarbara De Rossi e Iva Zanicchi a Selfie 2, le cose cambiano

IVA ZANICCHI-BARBARA DE ROSSI, LA NUOVA COPPIA DI BIONDI A SELFIE 2 LE COSE CAMBIANO (OGGI, 8 MAGGIO) – Torna Selfie 2 Le cose cambiano con una coppia inedita di bionde affascinanti e folli della televisione italiana. Stiamo parlando di quella composta da Iva Zanicchi e Barbara De Rossi. La prima è stata per tanti anni uno dei volti più apprezzati di Mediaset, conducendo Ok Il prezzo è giusto e dopo aver abbandonato la conduzione del programma, si ritrova in una nuova grande esperienza televisiva. Barbara De Rossi, invece, dopo essere stata sostituita senza una spiegazione alla conduzione di Amore Criminale da Daria Bignardi ed essere approdata a Rete Quattro con Il Terzo Indizio, si prepara ad essere accolta nuovamente dai telespettatori. Barbara De Rossi e Iva Zanicchi andranno a completare con Stefano De Martino e Bernardo Corradi e Alessandra Celentano e Mattia Briga la squadra dei mentori del programma che vuole aiutare le persone in difficoltà ad essere se stessi. Ci sarà sicuramente da divertirsi con le due bionde della tv.

“Selfie”, Simona Ventura torna con Belen e Iva Zanicchi

Da lunedì 8 maggio in prima serata su Canale 5: confermata Tina Cipollari

"Selfie", Simona Ventura torna con Belen e Iva Zanicchi

Un altro “Selfie” per Simona Ventura. Non sui social ma in tv. La conduttrice torna infatti al timone del programma da lunedì 8 maggio in prima serata su Canale 5. Come anticipa “Tv Sorrisi e Canzoni” è stata confermata Tina Cipollari ma sono ben due le new entry: Belen Rodriguez e Iva Zanicchi.

La Ventura torna a occuparsi delle persone in difficoltà (psicologiche o piccoli difetti fisici) con una squadra tutta nuova, a partire dalla showgirl argentina e dalla cantante. Le sorprese sono dietro l’angolo.

“Ok il prezzo è giusto”, reunion tra Iva Zanicchi e Ana Laura Ribas in tv

A “Pomeriggio Cinque” la presentatrice e lʼex valletta hanno ripercorso i momenti più belli della trasmissione cult

"Ok il prezzo è giusto", reunion tra Iva Zanicchi e Ana Laura Ribas in tv

Dal 1999 Iva Zanicchi e Ana laura Ribas non si vedevano insieme in tv. La presentatrice e l’ex valletta sono state infatti le protagoniste indiscusse della trasmissione Mediaset “Ok il prezzo il giusto“. A organizzare la reunion è stataBarbara d’Urso che ha preparato una sorpresa alla cantante a “Pomeriggio Cinque“. Quando Iva ha visto Ana Laura è balzata dalla sedia, ed è stato subito un tuffo nel passato. Con gli occhi lucidi.

Mentre scorrevano le immagini degli anni 90, le due si sono lasciate andare a ricordi, risate e anche qualche momento di malinconia. Per ben 14 anni la Zanicchi e la Ribas sono entrate tutti i giorni nelle case degli italiani con il famoso ritornello “Cento, cento, cento…” che è diventato una sorta di tormentone. E che la showgirl brasiliana – che proprio a Tgcom24 ha confessato il desiderio di riproporre la trasmissione – non ha perso l’occasione di urlare alla fine del servizio. Coinvolgendo il pubblico in un divertente battimani.

“Ok il prezzo è giusto”, ritorno al passato

Iva Zanicchi, la grande cantante ed ex deputato al Parlamento europeo di Strasburgo, per la prima volta mostra la sua casa in Sardegna, annunciando

VI INVITO NELLA MIA VILLA IN COSTA SMERALDA PER DIRVI CHE DIVENTERO’ UNA STELLA DEL CINEMA.

Dopo quella di cantante e quella di politica, ho deciso di dare il via alla mia terza vita: quella di attrice. Anche se in TV ho già provato a recitare, temo il giudizio del pubblico.

Correte in edicola a comprare il nuovo numero di “Di più” a 1€!

LIGONCHIO, IVA ZANICCHI AL COSTANZO SHOW

«Ho restaurato il campanile di Vaglie, nemmeno grazie»
LIGONCHIO. Il campanile della chiesa di Vaglie è stato protagonista domenica sera del Maurizio Costanzo Show, storica trasmissione Mediaset. Tra gli ospiti, Iva Zanicchi, che ha raccontato la…
LIGONCHIO. Il campanile della chiesa di Vaglie è stato protagonista domenica sera del Maurizio Costanzo Show, storica trasmissione Mediaset. Tra gli ospiti, Iva Zanicchi, che ha raccontato la vicenda del campanile di Vaglie.
«La beneficenza – ha detto l’Aquila di Ligonchio – bisogna saperla fare. La mia mamma diceva sempre che se la fai la devi fare in segreto, senza sbandierarlo. Io ho commesso un peccato mortale: in una trasmissione, una volta, mi sono permessa di dire in diretta che avrei regalato a una famiglia in difficoltà 10 mila euro e mi hanno detto che l’avevo fatto per farmi pubblicità, ma era una cosa che mi era venuta d’impeto. Ho anche regalato il campanile al mio paese natale, e non mi hanno neanche messo una targhetta grossa così», ha spiegato con un e gesto della mano, in tono divertito. «Il paese dove sono nata, Vaglie, piccola frazione di Ligonchio dove erano nati anche i miei genitori, aveva il campanile che era crollato a seguito del terremoto del 1920, e la mia mamma diceva sempre che se avesse vinto al Lotto lo avrebbe voluto restaurare. Io, che nella vita sono stata fortunata e si può quasi dire che abbia vinto davvero al Lotto, l’ho pagato e non gliene è fregato niente a nessuno. Le campane erano state donate dalla fonderia di Castelnovo Monti. In paese ormai non ci vive quasi più nessuno, però ho sempre pensato che il campanile ci voleva. Sarà il paese dove andrò al cimitero, facendo le corna e tra mille

anni». Iva ha regalato la verve e la simpatia che l’hanno resa famosa, e ha concluso proprio sul tema dello spopolamento del crinale: «Ormai non c’è più nessuno, le montagne in Italia sono sempre più abbandonate, ma prima o poi sono sicura che la gente ritornerà a viverci». (l.t.)