Nuove attrezzature per il Santa Maria Nuova, Iva Zanicchi testimonial alla consegna.

Nuove attrezzature per il Santa Maria Nuova, Iva Zanicchi testimonial alla consegna. FOTO

Donati macchinari per un valore di 12mila euro. I fondi raccolti dal comitato “Reggio in Salute”, attraverso il temporary store di via Emilia San Pietro

REGGIO EMILIA – una tre giorni di solidarietà ripetuta per due volte e varie donazioni collegate hanno permesso di raccogliere oltre 12mila euro da destinare alle esigenze del Santa Maria Nuova in termini di attrezzature e sostegno a varie attività.

A organizzarla sono stati il comitato “Reggio in Salute”, presieduto dal dottor Franco Ferrari, e Rita Storchi, proprietaria dei locali di via Emilia San Pietro messi generosamente a disposizione per realizzare un temporary store con vendita di articoli vari, tra cui fiori e alimenti donati e offerti da tante aziende locali.PUBBLICITÀ

La raccolta benefica, realizzata con successo grazie a un’idea del Comitato e alla collaborazione della Onlus La Melagrana, ha permesso di acquistare per il reparto di Rianimazione: un ecografo portatile del valore di oltre 4mila euro, in grado di inviare le immagini a un tablet tramite wi-fi, facile da trasportare e da sanificare e di particolare importanza per la gestione di pazienti Covid positivi; 6 kit da tre cuscini ciascuno specifici per la pronazione dei pazienti del valore di oltre 2mila euro; una lavagna da circa 900 euro.

Un assegno da 3mila euro, inoltre, sarà devoluto al reparto di Endocrinologia per il supporto alle attività dell’associazione Pietro e Giuseppe Corradini per lo studio e la cura delle malattie endocrine. La restante parte della somma raccolta è stato utilizzato per acquistare 11 televisori da 32 pollici da destinare alle stanze di degenza del reparto di Geriatria.

Il temporary store, aperto tra il 5 e il 7 marzo, ha avuto tanto successo da spingere gli organizzatori a ripetere l’esperienza nel weekend successivo, tra il 12 e il 14 marzo. “Abbiamo voluto dedicare tutto questo alla memoria di Antonio Zanicchi, il fratello di Iva di recente scomparso, una persona buona e dallo spirito nobile”, ha spiegato Rita Storchi.

La cantante, presente oggi alla consegna delle attrezzature, ha ringraziato commossa: “Torno sempre molto volentieri a Reggio Emilia, nonostante non viva qui mi sento profondamente reggiana. Iniziative come questa vanno incoraggiate e sostenute e io ci sarò ogni volta che vorrete chiamarmi. Sono commossa per il pensiero dedicato a mio fratello, una persona magnifica con la quale avevo un legame speciale, era lui l’artista della famiglia”.

Iva Zanicchi, grande novità dopo L’Isola dei Famosi: “Ecco cosa farò”

foto Iva Zanicchi gaffe

Isola dei Famosi, Iva Zanicchi fa un annuncio: “Presto un One Woman Show in cui canterò e ballerò”

Iva Zanicchi è stata una delle opinioniste di questa edizione de L’Isola dei Famosi. E con le sue battute è riuscita a conquistare il cuore dei milioni di telespettatori del reality show. Lunedì scorso L’Isola è finita con la vittoria di Awed, ma Iva Zanicchi non ha la minima idea di stare lontana dal piccolo schermo. Difatti la donna, sulle pagine del magazine Nuovo, ha rivelato che presto tornerà in Tv con un suo One Woman Show in cui non si limiterà solo a cantare, ma ballerà pure: “Sarà un One Woman Show sulla mia vita, in cui non mi vedrete solo cantare, ma anche ballare…” Iva Zanicchi ha poi rivelato di tenere davvero tanto a questo progetto perchè avrà la possibilità di raccontare la sua lunga vita tramite le sue canzoni: “Con me ci saranno anche tanti amici e colleghi…”

Iva Zanicchi cambia ruolo: novità nell’ultima puntata di Venus Club

foto Iva Zanicchi, Mara Maionchi e Lorella Boccia a Venus Club

Iva Zanicchi e Mara Maionchi cambiano ruolo a Venus Club: le anticipazioni dell’ultima puntata

Venus Club, programma tutto al femminile condotto dall’affascinante Lorella Boccia è ormai quasi giunto al termine e giovedì 10 aprile su Italia Uno in seconda serata andrà in onda l’ultima puntata del format. In occasione proprio dell’ultima puntata, vi saranno delle inaspettate novità. Come anticipato da TvBlog, le opinioniste Iva Zanicchi e Mara Maionchi indosseranno due nuove vesti: quelle delle intervistate, e dunque saranno proprio loro a raccontarsi al pubblico. Non mancherà una meravigliosa ospitata, infatti Lorella Boccia accoglierà in studio la nota pallavolista italiana Paola Egonu.

Iva Zanicchi/ “Soffro ancora per la morte di mio fratello, gli dico addio in tv”

Iva Zanicchi sarà protagonista di due serate su Canale 5 il prossimo ottobre in cui racconterà la sua vita e la sua carriera: “Sarà un modo per salutare mio fratello Antonio”.

iva zanicchi mano gonfia isola 640x300

Iva Zanicchi, mano gonfia all’Isola dei Famosi 2021

Iva Zanicchi, 81 anni, è impegnata come opinionista all’Isola dei famosi 2021, ma la cantante stai già lavorando alle due serate che terrà a ottobre su Canale 5 per raccontare la sua vita e la sua carriera. Ovviamente non mancherà il suo repertorio: “Zingara”, “La riva bianca, la riva nera”, “Un uomo senza tempo”, “La notte dell’addio”, “Testarda io” e molte altre. Sul palco Iva, vorrebbe anche la sua famiglia, in particolare i nipoti Virginia e Luca Castellani, figli della figlia Michela Ansoldi: “Mio nipote Luca ha molta musicalità, e poi c’è anche mia nipote Virginia che canta… mio genero suona la fisarmonica a bocca”, ha confessato a Chi. Per queste due serate di grandi musica, Iva Zanicchi vorrebbe coinvolgere anche altri artisti: “Non sarà una sfilata di ospiti, pochi ma buonissimi, qualche coetaneo e poi vorrei i giovanissimi… Diodato per me è di una bravura… Ha scritto “La vita meravigliosa”, una canzone degna dei grandi, di Modugno. Lo invito già”.

Iva Zanicchi: ricorda il fratello Antonio

Nelle due serate dedicate alla vita e alla carriera di Iva Zanicchi ci sarà spazio anche per Cristiano Malgioglio, amico di lunga data della cantante: “Con Cristiano c’è un rapporto che dura da 40 anni, ci mandiamo a quel paese, ci riprendiamo, adesso sta scrivendo una canzone nuova per me. Per quando si arriverà allo show ci sarà anche un mio nuovo disco di inediti e lui mi sta scrivendo questa canzone che è algerina, io amo quel sound lì. Amo le contaminazioni”, ha svelato sulle pagine di Chi. Anche se non lo dirà pubblicamente, durante le serate Iva Zanicchi penserà al fratello Antonio, morto lo scorso novembre a 77 anni a causa del Covid: “Sarà un modo per salutarlo, dire per una preghiera cantando. Non ho potuto salutarlo, stargli vicino mentre moriva. Sono addolorata e arrabbiata per come l’ho perso”.

Iva Zanicchi su Chi

Iva, la grande Iva Zanicchi, unica e inimitabile. La più amata dagli italiani torna a parlare. E riavvolge il nastro dei ricordi. La sua mente torna al giorno in cui suo fratello è volato in cielo per colpa di quel maledetto virus che ha messo in ginocchio il mondo. In un’intervista a cuore aperto su Chi, in edicola da oggi, mercoledì 26 maggio, racconta: “Non ho potuto salutarlo e stargli vicino mentre moriva, sapendo che stava morendo. Ho provato dolori immensi per la morte della mamma e del papà, ma per come ho perduto mio fratello sono addolorata e arrabbiata”.

Mi hanno sgridata. La Zanicchi accusa la regia dell'Isola dei Famosi: tutta colpa di questa frase

Il rapporto tra Iva e suo fratello era davvero molto forte, la cantante – che a causa del Covid è stata ricoverata all’ospedale di Monza – ha avuto tanta paura nel corso degli ultimi mesi. Ma è tornata in grande forma in televisione all’Isola dei famosi. “Penserò a mio fratello”, racconta Iva che annuncia di essere protagonista di due prime serate su Canale 5 dopo l’esperienza all’Isola dei Famosi. Il nuovo show, tutto dedicato a lei, s’intitola: “Sessant’anni e qualche nota” dedicato proprio alla cantante di Ligonchio. Iva Zanicchi lo dedicherà a suo fratello.

Lesmo, Iva Zanicchi lancia il nuovo singolo: «E in autunno il disco con 8 inediti scritto con Malgioglio»

Si intitola “Amore mio malgrado”, l’artista 81enne annuncia anche il nuovo lp con influenze arabe: «Quando canto provo una gioia immensa» dice. Intanto prosegue anche la sua esperienza da opinionista fissa all’Isola dei Famosi.

Iva Zanicchi torna al suo grande amore ovvero la musica. L’Aquila di Ligonchio, ma lesmese di adozione, ha appena pubblicato un nuovo singolo, “Amore mio malgrado”. «È innegabile, quando canto provo una gioia immensa e quando sono in sala di incisione sono felice – ha detto l’artista-. Il video di questa nuova canzone l’ho girato in un teatro di Piacenza ma sono fiduciosa che si possa tornare a breve a cantare dal vivo».

Intanto, “Amore mio malgrado” anticipa l’uscita autunnale del nuovo disco della Zanicchi, scritto con Cristiano Malgioglio con anche delle influenze arabe. «La musica araba mi fa impazzire e abbiamo deciso di lasciare anche qualche frase in lingua araba in uno dei brani. Col nuovo disco, di cui sveleremo più avanti il titolo, usciranno 8 canzoni nuove. Inoltre farò due serate musicali su Canale Cinque» ha concluso la cantante.

Un calendario fitto di impegni per la lesmese che ha da poco tagliato il traguardo delle 81 primavere ed è anche opinionista fissa all’Isola dei Famosi, la trasmissione televisiva condotta da Ilary Blasi. Tra l’altro la sua carriera musicale va avanti dal lontano 1960 .

Iva Zanicchi: «Adesso canto l’amore con suoni moderni»

L’aquila di Ligonchio sta per tornare. Iva Zanicchi, una delle signore della musica italiana, ha rilasciato un nuovo singolo, “Amore mio malgrado”, che anticipa un nuovo e atteso album di inediti per l’autunno. Il disco che sta per arrivare sarà quello del grande ritorno di Iva Zanicchi. Uscirà tra settembre ed ottobre, in concomitanza con due puntate musicali incentrate su di me per Canale 5. «Il disco nasce da una mia esigenza, da anni non canto e la gente dice “ti vediamo sempre in televisione, fai sempre l’opinionista”, cosa che detesto perché non voglio opinare su niente. Al momento sto per andare in sala d’incisione a registrare una canzone, pensi lei, araba, con testo in italiano di Cristiano Malgioglio».

Iva Zanicchi, ad anticipare il disco c’è questo nuovo singolo…
Gli autori di “Amore mio malgrado” non sono celebri, ma ben vengano gli autori giovani. Tra le firme c’è infatti un giovanissimo fisarmonicista, Giuseppe Santamaria, un nome che è tutto un programma (ride, ndr). L’arrangiamento è del maestro Andrea Pennino. Vede, a volte i brani succedono e basta.

Ci sono anche sonorità contemporanee…
Sì, infatti la stanno trasmettendo in radio. È così che deve essere secondo me, specialmente in caso di artisti che non hanno più 20 anni. Prendere delle melodie belle e vestirle con suoni moderni e attuali. Se poi le tue canzoni vengono trasmesse in radio, e la gente le ascolta, è bello. Sono piena d’entusiasmo.

Si sente!
La gioia che provo cantando non la provo facendo nessun altro lavoro.

Nelle scorse settimane ci ha lasciato una grande della nostra musica, Milva…
L’ho sempre stimata. Anni fa feci un programma che si chiamava “Ed io tra di voi”. Lei si trovava in Germania e le dissi: “Trovi tutte le scuse per non venire”. Lei: “No! Sei sciocca, tra una settimana sarò lì”. Venne e fu bravissima come sempre. Ho un altro ricordo che mi lega a lei, risalente a quando sono stata ricoverata in ospedale per il Covid.

A novembre…
Mi mandò un messaggio e l’avevo scambiata per un’amica sua omonima, poi me ne mandò un altro e ho capito fosse lei. Ho chiamato e c’era la sua assistente, la signora Edith. Cercò di passarmela al telefono ma era molto affaticata.

Ha voluto sottolineare come negli ultimi anni fosse stata dimenticata…
Sono stata ripresa per questo, ma sono abituata a dire quello che penso. Negli ultimi anni non hanno mai dedicato a Milva degli special come la Rai spesso fa. Adesso le hanno tributato tutto, ma ormai non c’è più. Mi ricorda un’altra artista che in vita è stata osteggiata, dalla stampa ma anche dalle televisioni. Mia Martini, mai osannata prima, poi quando è morta è diventata la grande artista che è. Bisognerebbe riconoscerlo prima.

C’è stato l’Eurovision Song Contest, dove lei partecipò nel 1969 con “Due grosse lacrime bianche”…
Si svolgeva a Madrid, allora in Spagna andavo spesso a fare tournée ed ero accolta molto bene. Ricordo un po’ di egoismo da parte della casa discografica perché avevo vinto Sanremo con “Zingara”, quindi perché dopo venti giorni mi fai cantare all’Eurofestival una canzone sì, carina, però non “Zingara”, che è stato poi un successo? Però è un ricordo molto bello, c’erano tanti artisti che venivano da tutta Europa. Una manifestazione che in Italia non ha avuto tanto peso, ma in altri Paesi è un festival importantissimo. Se ti affermi lì hai le porte aperte in Europa e non è male.

Spesso lei non perde occasione per venire a fare un saluto a Salerno e alla sua provincia…
Considero Salerno una città straordinaria. È pulita, bella, con un’università importante. Quando ci sono stata sono rimasta molto colpita. Mio marito ne è molto entusiasta e io pure. Si mangia da Dio e la gente è cordiale. Speriamo che questa pandemia non ci faccia incattivire.

Sarebbe bello se dopo questa pandemia raggiungesse di nuovo questo territorio, magari per presentare il nuovo disco…
Avevamo preparato uno spettacolo il cui titolo è tratto dal mio ultimo libro, “Nata di luna buona”. Era previsto un bel giro poi interrotto dalla pandemia. Riprenderemo. Oltre questo disco in uscita sto scrivendo anche il mio quarto libro. Quando ero ricoverata in ospedale mi ha aiutato tanto scrivere. Mi sto divertendo e il motto resta sempre lo stesso: mai demordere.

Andrea Picariello

Franco Battiato, Iva Zanicchi ricorda il Maestro nel giorno della sua morte: “Ho un unico rammarico”

Iva Zanicchi ricorda Franco Battiato e rivela il suo più grande rammarico dopo la morte del Maestro, genio indiscusso delle note e delle parole. La cantante affida al suo Instagram un videomessaggio carico di commozione per la scomparsa dell’artista.Bonus zanzarierehttps://imasdk.googleapis.com/js/core/bridge3.460.0_en.html#goog_1889366249PauseUnmuteCurrent Time 0:12/Duration 0:30Loaded: 100.00% FullscreenChiudiAudioRIATTIVA L’AUDIO

Franco Battiato: il messaggio commosso di Iva Zanicchi

La morte di Franco Battiato ha sconvolto il mondo della musica, e tra le tante voci famose che lo ricordano nel giorno della sua scomparsa c’è anche quella di Iva Zanicchi.

La cantante ha voluto rivolgere un tenero pensiero al cantautore attraverso un video pubblicato sul suo profilo Instagram, in cui ricalca la straordinaria caratura dell’artista siciliano.

Voglio ricordare Franco Battiato, un uomo grande, grandissimo, ha scritto canzoni meravigliose, un grande artista”, ha dichiarato Iva Zanicchi via social.

Iva Zanicchi ricorda Franco Battiato: “Ho un unico rammarico

Nel corso del videomessaggio pubblicato su Instagram, Iva Zanicchi ha rivelato anche qualcosa che non tutti sapevano: “Io ho un unico rammarico di non averlo mai incontrato, di non avere mai incontrato la sua musica“.

Iva Zanicchi dipinge come un grande dispiacere il non aver mai incrociato la sua strada con quella del Maestro, scomparso all’età di 76 anni dopo una lunga malattia che lo ha tenuto lontano dalle scene fin dal 2017.

Grande stima di un grandissimo cantautore che se ne va“, ha aggiunto la cantante, che ha poi sottolineato l’entità della perdita che oggi, con la sua morte, ha reso la cultura italiana orfana di un immenso autore: “Mi dispiace tantissimo, quando muore qualcuno così di talento, davvero, lascia un vuoto grande, ciao, ciao grande artista“.

Reggio Emilia, è morta Ines Costi, la sarta di Iva Zanicchi: «Era una di famiglia»

L’artista: «Con lei pizzi e merende». Famoso l’abito a sirena di Sanremo nel 1966

di Margherita Grassishadow

Ines Costi
Ines Costi

Si può vestire una voce? Sì, si può. E si diventa un tutt’uno con un successo fatto di talenti e di amiciziaInes Costi Iva Zanicchi sono state sarta e musa, ma soprattutto una famiglia. «Ines era soprattutto generosa. Essere generosi con chi non ha niente è più difficile, sa?», ci racconta l’Aquila di Ligonchio a poche ore dalla scomparsa dell’84enne artista del tessuto conosciutissima a Reggio, diventata punto di riferimento per le signore del centro negli anni ‘70 anche e soprattutto per aver vestito Iva Zanicchi in decine di occasioni, su tutte i Festival di Sanremo

Chi era

Originaria di Quattro Castella, Ines Costi si era trasferita a Reggio città e lì aveva conosciuto le tre sorelle Zanicchi, diventando un po’ la quarta del gruppo. Ha confezionato l’abito da sposa per Maria Rosa, poi per Viria, e poi l’ha fatto per Iva, diventando amica e casa per la giovanissima cantante che dalla montagna reggiana era approdata in città per tentare la fortuna. «Ero alloggiata presso uno zio, non avevo nulla, non avevo possibilità ma non volevo pesare sui miei che già stavano facendo tanti sacrifici…Se non avessi avuto lei avrei avuto tanti problemi in più…Mi ha regalato i primi vestiti per andare a cantare». Pizzi e merende. «Andavo a casa sua – racconta ancora Iva Zanicchi – Lei mi faceva gli abiti e mi diceva: tu devi solo cantare, è sufficiente. E io cantavo. La sua mamma che fette di torta che mi dava, non le dico…».

Iva Zanicchi nel 1966
Iva Zanicchi nel 1966
L’abito da sirena bianca

Poi è arrivato il 1966, la prima apparizione di Iva sul palco dell’Ariston, una folgorazione. Sia per quella voce, che cantava La notte dell’addio, sia per quell’abito. Una sirena bianca. Erano state le mani di Ines a realizzarlo. Non passò inosservato. «Antonello Falqui mi invitò a Studio Uno – racconta la cantante – Non era usuale per chi non vinceva. Ma lui mi volle e mi disse: devi venire con quel vestito».17 maggio 2021 (modifica il 17 maggio 2021 | 21:10)© RIPRODUZIONE RISERVATA