La Zanicchi e i comunisti

“Mai stata di sinistra, ma cantavo alle feste dell’Unità: con i loro soldi mi ci sono fatta la villa”, dice l’eurodeputata al Teatro del Verme, da Giuliano Ferrara.

Io cantavo, non facevo politica e sono stata sempre anticomunista ma devo fare una confessione: ho approfittato di loro, ho fatto 500 feste dell’Unita’ e con i guadagni mi ci sono costruita una bellissima villa in Brianza vicino al presidente Berlusconi, lo confesso: ho peccato!”. Cosi’ Iva Zanicchi intervenendo al Teatro Dal Verme di Milano, per la manifestazione “In mutande ma vivi – contro il neopuritanesimo ipocrita”, promossa da Giuliano Ferrara. Zanicchi e’ tornata sull’episodio della telefonata del premier alla trasmissione l’Infedele: “Quello che mi ha infastidito – ha detto – e’ sono diventata la bandiera della sinistra perche’ ho disubbidito a Berlusconi” che la invitava a lasciare lo studio. “Io non ho disubbidito a Berlusconi – ha detto Zanicchi – ho solo preferito rimanere li’ per difendere di difenderlo da quelle ingiurie tremende”. “Non sono la bandiera di nessuno – ha aggiunto – tanto meno della sinistra”. Quanto alla manifestazione per la dignita’ delle donne, in programma oggi pomeriggio, Zanicchi ha commentato: “Ancora una volta le donne vengono usate per scopi politici e questo fa schifo”

(Fonte: il Velino)

0 thoughts on “La Zanicchi e i comunisti

  1. Anche io sono stato un musicista che ha suonato per tutti quelli che mi hanno chiamato, ma ho sempre considerato e considero ancora con rispettato chi mi pagava anche se di idea politica diversa. Ho anche sempre creduto che per diventare un Europarlamentare una persona avrebbe dovuto dimostrare di aver aquisito una maturita’ politica e soprattutto culturale tale da impedirgli di fare dichiarazioni che a livello soprattutto europeo non sono certamente apprezzate. (Vedi carnevale di Dusseldorf). Un’altra cosa che è personale, sono orgoglioso, ora più che mai, di non avere mai comprato un disco o cd tuo. Perdonami ma mi hai deluso, e ti assicuro che la politica non centra, ma ti disprezzo.

  2. IVA ZANICCHI :”Milva, grande artista ma rincoglionita”

    E’ schifoso che una collega si esprima così. E’ schifoso non avere argomentazioni politiche ma da pettegola di strada. Milva è una donna acuta,sincera,la Zanicchi, gente che merita di essere querelata. Invece, senza competenze, ci rappresenta in Europa. Non c’è neppure arte in tanto degrado morale.

  3. IVA ZANICCHI :”Milva, grande artista ma rincoglionita”.
    E’ schifoso che una collega si esprima così. E’ schifoso non avere argomentazioni politiche ma da pettegola di strada. Milva è una donna acuta,sincera,la Zanicchi, gente che merita di essere querelata. Invece, senza competenze, ci rappresenta in Europa. Non c’è neppure arte in tanto degrado morale.

  4. Mi dispiace che si lasci andare a certe esternazioni. Deludono. Amareggiano. Se esiste un censimento dei suoi ammiratori…toglietene pure uno.
    Con amarezza.
    Marco

  5. L’esternazione colorita su Milva fa parte del modo talvolta “spartano” di parlare, anche per amor di battuta, della Zanicchi, così come la battuta “omofoba” su Lapo Elkan. Quello che noto è che chi offende e parla malissimo di Berlusconi, anche a ragione, è esaltato e chi invece si pronucnia in modo differente è bollato come ingrato, non artista, arrivista, lecchino ecc ecc…u po’ più di coerenza non guasterebbe, se non altro per valutare le cose con più obiettività

    • Seguo la Zanicchi da tempo, e so che certe sue esternazioni colorite sono fatte per amor di battuta…ma penso che ci sia un limite oltre il quale l’ironia cede il passo alla sconvenienza.
      Non ne faccio un discorso politico, ma da ex-ammiratore della Zanicchi, non posso far altro che rimanere amareggiato da quello che dice. Sarei amareggiato allo stesso modo se fosse stata eletta tra le liste del PD… qui non si tratta di politica, ma di buon gusto…e credimi, sono davvero amareggiato e deluso, non lo dico con rabbia, ma con amarezza

  6. Riporto alcune affermazioni di Milva, così per pareggiare i conti visto che anche la Pantera di Goro non ha usato parole gentili nei confronti di chi vota per berlusconi. Riporto una parte di un articolo trovato su Internet relativo a qualche giorno fa:”Quelli che votano Berlusconi – ha gorgheggiato la cantante Milva al Palasharp di MIlano – sono degli idioti”.

    Potrebbe essere anche così o, perlomeno, ognuno è liberissimo di pensarlo e perfino di gorgheggiarlo. La cantante Milva, comunque, non è fra quegli idioti e lei ne è contenta. Contenti della sua contentezza. Per niente contenti, invece, nel ricordare che lei, pur avendo a suo tempo ottenuto l’onorificenza di commendatore della Repubblica, di lì a poco fu scoperta con sette milioni di euro in un conto corrente di una banca nel Liechtenstein. E dunque, se secondo lei quelli che votano per Berlusconi sono degli idioti, secondo il Fisco quelli che depositano milioni di euro in Liechtenstein sono degli evasori. Evasori di fatto e non per opinione.

    Questo Anonymous per dire che secondo me i toni sono esasperati da entrambe le parti, e che Iva si è presa della “cretina” per difendere Berlusconi mentre Milva passa per la grande diva senza che nessuno dica niente o faccia rimarcare anche le sue di dichiarazioni.
    Con simpatia e stima.

    • Bravo ogni tanto un pò di obiettività .. ma come stiamo ripetendo noi fans da giorni qui non si tratta di essere comunista o berlusconiano .. ciao

    • non è un problema di politica, ma di coerenza intellettuale. Non dico che Milva sia “meglio” di Iva. Io non sono un fan di Milva, ma lo ero di Iva. E mi dispiace molto sentirla parlare in questo modo

  7. Mi spiace davvero che un’artista del livello che è (stata) Iva abbia così poco rispetto del suo passato.
    Sinceramente la preferivo a OK! che dopo, tra ospitate in reality e programmi di gossip e il becero berlusconismo. Non ha certo guadagnato in credibilitàa artistica come diceva di volere. Un artista può avere le idee che vuole, ma rimane un patrimonio di tutti. A parte il fatto che vorrei proprio vedere quanti elettori del suo partito conoscono la sua carriera artistica.

  8. Il vero peccato di Iva è di essere berlusconiana nel profondo della sua anima, e di aver poi gettato alle ortiche le capacità di discernimento di cui madre natura ha dotato noi esseri umani. Per fortuna dell’Italia, la parabola del berlusconismo è ormai alla fine e bisogna avere solo un po’ di pazienza, per poter finalmente vedere sparire questo cancro che sta uccidendo il nostro paese. Continui pure a difendere l’indifendibile, come tutte le parlamentari del pdl.

  9. zanicchi vergognati…adesso difendi pure il nano asserendo che la satira di luca e paolo e di dubbio gusto….ognuno si merita quel che si merita…e taci che conti come il due di picche..

    • This really is my very first time i visit here. I disocvered so numerous fascinating stuff in your weblog particularly its discussion. From the plenty of comments on your content articles, I guess I am not the only one having all the enjoyment right here! keep up the great work.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *