SPAZIO GERRA, IVA ZANICCHI INAUGURA L’ESPOSIZIONE DEDICATA ALLA CANZONE ITALIANA FEMMINILE DEGLI ANNI ‘7

 Iva Zanicchi inaugura l’esposizione dedicata alla canzone italiana femminile degli anni ‘70 Iva Zanicchi inaugura l’esposizione dedicata alla canzone italiana femminile degli anni ‘70

Inaugurata da Iva Zanicchi, la mostra in corso presso Spazio Gerra a Reggio Emilia, dedicata alla canzone italiana femminile degli anni ‘70 e facente parte del circuito Fotografia Europea. 

Reggio Emilia –

Confessare un sentimento, esprimerlo per liberarsene o per riuscire a rileggerlo, cercare le parole per tradurlo e interpretarlo. Questo è ciò che la canzone ha saputo fare più e meglio di qualsiasi altra espressione artistica, diventando per almeno cinquant’anni il principale strumento di identificazione popolare per intere generazioni di italiani.

Nei primi anni ’70, cantanti che hanno dominato la scena televisiva e discografica si sono esibite in disarmanti interpretazioni, intense, profonde e talmente sincere da abbattere talvolta i confini fra performance e vita reale. Mia Martini, Mina, Iva Zanicchi, Ornella Vanoni, Patti Pravo… hanno saputo esprimere stati d’animo e sentimenti intensamente legati alla sensibilità femminile, impossessandosi in prima persona di melodie e testi, trasformandoli appunto in vita vissuta. Brani scritti però – sia nella composizione musicale che nei testi – esclusivamente da uomini, quali Mogol, Franco Califano, Paolo Limiti, Cristiano Malgioglio e molti altri. Brani nei quali si è quasi magicamente creata un’irripetibile fusione tra il sentire maschile e femminile, quasi non ci fossero resistenze preconcette o separazioni di genere nel momento in cui si parlava d’amore.

uesto il tema, della mostra in corso presso Spazio Gerra a Reggio Emilia, dedicata alla canzone italiana femminile degli anni ‘70 e facente parte del circuito Fotografia Europea, fino al 9 giugno 2019.

Ad inaugurare l’esposizione, a cura di Associazione ICS – Innovazione Cultura Società, venerdì sera, una delle protagoniste di quegli anni: Iva Zanicchi, in un incontro in cui si é racconatata ai presenti.

 

 

Iva Zanicchi/ Non umilierò le persone (Grande Fratello 2019)

Iva Zanicchi, Grande Fratello 2019: la donna è diventata inarrestabile anche sui social network. Su Instagra è una reginetta e i fan la adorano.

Iva Zanicchi
Iva Zanicchi, opinionista del Grande Fratello 16

Dalla tv alla cucina, Iva Zanicchi è inarrestabile solo al Grande Fratello 2019, ma anche sui social. Ormai reginetta di Instagram, la nota cantante ha scelto di condividere con tutti i fan la sua personale passione per le cucina. Piatti molto semplici e della sua infanzia, magari merende veloci da realizzare per rievocare i sapori di un tempo. Negli ultimi giorni, Iva ha scelto di seguire il consiglio di Valentina Vignali di diventare un’influencer e tentare il colpaccio nel mondo dei social network. “Bisogna mostrare il cibo”, dice con orgoglio prima di parlare della Michetta della suocera, una merenda molto veloce che piace molto ai bambini e che richiede l’uso di pochissimi ingredienti: la metà di una rosetta ed un uovo sbattuto con cui creare una specie di frittata di pane. “Si mangia con le mani”, dice prima di addentare con voracità la sua merenda. Clicca qui per guardare il video di Iva Zanicchi. Cosa ne penserà la Vignali? I fan della Zanicchi di certo gradiscono, visto che l’artista ha scelto di ampliare la sua presenza social con Instagram e non solo a Facebook.

Grande Fratello 16, Iva Zanicchi a Blogo: “Io come concorrente? La mancanza di libertà mi distrugge, io sono l’aquila!”

Iva Zanicchi sarà una dei due opinionisti della sedicesima edizione del Grande Fratello, reality show in onda su Canale 5 a partire da lunedì 8 aprile 2019.

In occasione della conferenza stampa di presentazione di quest’edizione, noi di TvBlog abbiamo fatto una domanda ad Iva Zanicchi a cui abbiamo chiesto se parteciperebbe al GF come concorrente:

Di seguito, trovate alcune dichiarazioni rilasciate ai colleghi giornalisti:

Barbara la conosco da tantissimi anni, mi ha convinto subito, le ho detto sì con piacere perché ho avuto un po’ di esperienze: Music Farm, Tu sì que vales della grande Maria De Filippi, Sanremo Young… Non è facile fare l’opinionista perché devi avere rispetto sempre degli altri perché se una persona manca di rispetto deve andare fuori dallo studio, può dare pareri, commenti ma la dignità delle persone va rispettata, mai deve essere calpestata. Non riesco a fingere, è più forte di me! Mia figlia dice “Mamma, controllati, mi raccomando, ti ho sentito l’altra sera, hai detto una parolaccia!” ma non posso, è la mia natura! La battuta di spirito sì ma mai mancare di rispetto e mi auguro di non farlo nemmeno qui.

 

Grande Fratello 2019, Iva Zanicchi e Cristiano Malgioglio: “Insieme siamo un ciclone in tempesta

Intervistati dal settimanale “TV Sorrisi e Canzoni”, diretto da Aldo Vitali, Iva Zanicchi e Cristiano Malgioglio mostrano la loro carica prima dell’inizio del Grande Fratello Nip.

 
Grande Fratello 2019, Iva Zanicchi e Cristiano Malgioglio: "Insieme siamo un ciclone in tempesta"

Con l’ultima puntata de “L’Isola dei Famosi“, andata in onda nella giornata del 1 aprile vedendo trionfare Marco Maddaloni, ora inizia la nuova edizione del Grande Fratello Nip, il reality show di Canale 5 condotto da Barbara D’Urso. La “Barbarella” ha deciso di confermare Cristiano Malgiogliocome opinionista e di sostituire Simona Izzo con la cantante Iva Zanicchi, ufficializzando il duo durante una delle ultime puntate di “Live – Non è la D’Urso“.

Per Cristiano Malgioglio, oltre al ruolo di opinionista nella scorsa edizione del Grande Fratello Nip, ha fatto parte anche del cast di quello “Vip” nel 2015, arrivando a un soffio dalla finale. Per Iva Zanicchi invece è l’esordio assoluto all’interno del GF, anche se in passato fece parte sia di “Music Farm” che de “La Fattoria“.

La parola agli opinionisti

Intervistati entrambi da “TV Sorrisi e Canzoni“, Cristiano Malgioglio ha rivelato: “Non mi piace fare la morale o il maestrino, ma sarò abbastanza aggressivo. Ai concorrenti consiglio di essere se stessi, la spontaneità alla fine è l’unica strada che paga. Io e Iva insieme siamo un ciclone in tempesta, lei è una che dice le cose senza peli sulla lingua”.

Iva Zanicchi, in questa intervista al settimanale, aggiunge di avere una simpatia che dura da molti anni con il paroliere:“Sarò pungente ma mai cattiva. Con Malgioglio c’è una amicizia e un rapporto artistico che dura dagli anni ’70. Stiamo lavorando anche a delle canzoni insieme”.

Barbara D’Urso ha invece dichiarato che il cast sarà composto da personaggi totalmente sconosciuti e altri che si sono già fatti conoscere per motivi legati al gossip e all’attualità in generale. Intanto, il settimanale “Oggi” svela i primi quattro nomi che faranno parte di questa edizione: la sorella di Mauro Icardi, IvanaMila Suarez; il cantante Cristian Imparato; l’ex marito di Tina Cipollari, Kikò Nalli.

Cristiano Malgioglio e Iva Zanicchi saranno gli opinionisti de “Il Grande Fratello”

Dopo un veloce chiarimento nellʼascensore di “Live – Non è la dʼUrso” arriva lʼannuncio ufficiale

Un rapido chiarimento per alcune dichiarazioni di Iva Zanicchi non andate giù a Cristiano Malgioglio, poi l’annuncio nel salotto della trasmissione di Canale 5: Barbara d’Urso annuncia che saranno loro gli opinionisti della prossima edizione de “Il Grande Fratello”.

“Come ti è venuto in mente di dire che imitavo Renato Zero?” Esordisce Malgioglio rivolgendosi a Iva Zanicchi. Il clima cambia immediatamente quando i due protagonisti dell’ormai celebre “ascensore” del programma rivivono vecchi ricordi, finché la d’Urso interviene per farli rientrare in studio: “Sono qui per dire ufficialmente che Iva Zanicchi e Cristiano Malgioglio sono gli opinionisti del Grande Fratello 16”.

Iva Zanicchi, ecco chi le ha rubato la Palma d’oro di Sanremo: “Ringrazio tutti per il supporto, è tornata a casa”

 Svelato il mistero della Palma d’oro di Sanremo rubata a Iva Zanicchi, per la quale la cantante aveva registrato un videoappello nei giorni scorsi. È stata lei stessa a pubblicare sul proprio profilo Facebook lo spot della seconda stagione Suburra (online su Netflix dal 22 febbraio): “Ringrazio tutti per il supporto che ho ricevuto in questi giorni. Volevo dirvi che la Palma d’Oro è finalmente tornata a casa, ma per riaverla sono dovuta intervenire io”. Il furto sembra dunque essere una trovata pubblicitaria per promuovere la serie di Netflix

Iva Zanicchi, video appello. “Aiutatemi a ritrovare la Palma d’oro di Sanremo”

Derubata del premio vinto con ‘Zingara’ nel 1969

di LUCIANO MANZOTTI
Iva Zanicchi, video appello su Facebook per ritrovare la Palma d'Oro
Iva Zanicchi, video appello su Facebook per ritrovare la Palma d’Oro

Reggio Emilia, 5 febbraio 2019 – «Mi hanno rubato una cosa a cui tenevo tantissimo. Si tratta della Palma d’oro vinta al Festival di Sanremo con la canzone ’Zingara’. Potreste condividere il mio appello ed aiutarmi a ritrovarla?». Il video-appello disperato di Iva Zanicchi, affidato ai social, è diventato virale. Proprio nei giorni in cui ‘Zingara’, la sua canzone-manifesto, compie 50 anni, è arrivata la doccia fredda per la mitica Aquila di Ligonchio, una delle voci più belle e più amate del panorama femminile italiano. «Per me, quel premio, aveva un valore sentimentale molto importante» – ci racconta Iva al telefono. Il furto, avvenuto a Milano («Dovevo girare uno spot proprio con quel premio. Avevo messo il cimelio in un borsone sulla macchina. Sono scesa per poco dall’auto, lasciando la vettura aperta. Al mio ritorno, non c’erano più né la borsa, né il trofeo», spiega) rappresenta un episodio nefasto nella carriera della cantante di Ligonchio che nel 1969 trionfò a Sanremo (in coppia con Bobby Solo, il brano porta la firma di Riccardi e Albertelli, ndr) con una canzone che rappresenta una pagina fondamentale del suo lungo percorso canoro lastricato di tantissimi successi.

Ha affidato il suo appello ai social, confidando nell’aiuto della rete e del web. «Guardi, io purtroppo non sono molto tecnologica. Sono iscritta ad Instagram da solo una settimana. Mi sembrano tuttavia un’opportunità importante per dialogare con i fan e con le persone che amano la musica. Ho voluto condividere il mio appello con il mondo della rete perché questo furto mi ha fatto veramente arrabbiare. Come ho già detto, aveva per me un grande valore affettivo».

 

Spera di ritrovarlo?

«Mi auguro di sì, ovviamente. Quell’oggetto ha un valore economico irrisorio».

Nel 1969 trionfava a Sanremo con “Zingara” ma il suo nome è nella storia del Festival per ben tre vittorie. Che ricordi ha?

«Avevo vinto Sanremo due anni prima, nel ’67, con ‘Non pensare a me’. Ma quello fu un anno tragico per la manifestazione, contraddistinto dalla morte di Luigi Tenco. Lì per lì, non riuscii a godere di quel successo perché quel dramma ci coinvolse tutti. Nel ’74 , dopo la vittoria con ‘Zingara’, trionfai un’altra volta con ‘Ciao cara, come stai?’. Ma in quel periodo stavo lavorando a teatro con Walter Chiari ed ero poco concentrata sull’evento sanremese. Tutto sommato, la vittoria che ricordo con maggiore gioia è proprio quella di ‘Zingara’».

Il mondo dello spettacolo è dominato dalla superstizione, quali erano i suoi riti scaramantici?

«Sono molto superstiziosa. Ma anche molto religiosa. Prima di entrare in scena, chiudevo gli occhi e mi facevo il segno della croce. Ma il mio vero portafortuna, non l’ho mai detto a nessuno, ma è il panino di San Rocco. Si tratta di un pane benedetto che proviene proprio dalle mie montagne e che viene distribuito ai fedeli durante la messa».

Oggi parte la 69esima edizione di Sanremo firmata da Baglioni. Lei ha dichiarato che avrebbe voluto esserci…

«La chiamata di Baglioni non è arrivata. E pensare che – artisticamente parlando – sono nata proprio su quel palco. Ma non sono certo una che si perde d’animo. L’anno prossimo, ci riproverò».

Iva Zanicchi: “Io sono l’anti-diva per eccellenza”

 

Iva Zanicchi ai microfoni di “I Lunatici” l’altra notte ha parlato del Festival di Sanremo: “Non sono stata invitata, ci sarei andata volentieri ma non importa. Pensavo solo che visto che sono cinquant’anni dalla mia vittoria con Zingara, poteva essere carino andarci. Comunque guarderò Sanremo, io sono nata lì, in questi giorni mi è scappata qualche battutina, ma diciamoci la verità, Baglioni è un grande e anche quest’anno farà un bellissimo Festival”.

Sulle molestie nel mondo dello spettacolo: “I provoloni nello spettacolo esistono ma anche le donne non sono da meno, quando hanno il potere sono peggiori degli uomini. Spesso e volentieri, poi, queste ragazzotte all’uomo di potere gli si buttano tra le braccia. Pur di avere una particina provocano, vanno, fanno. Poi dopo dieci anni vengono a dire che sono state molestate. Da giovanissima ero a Castrocaro, mi chiamò un signore che lavorava lì e mi disse di andare nel suo ufficio. Io ci andai e lui mi disse che se fossi stata carina con lui avrei vinto Castrocaro. Fece per abbracciarmi e io, che ero molto forte, gli detti uno spintone che lo fece cadere a terra”

Tutti ricordano il suo programma “OK il prezzo è giusto!”: “Di fare questo programma me lo chiese Berlusconi. Mi invitò e mi disse di provare a fare questo programma. Inizialmente ero scettica, ma lui convinceva anche i sassi a diventare smeraldi”.

E dopo che il Cav ha annunciato la sua discesa in campo per le elezioni europee, noi vi proponiamo questa intervista della Iva nazionale, in ci dichiara che lei, il Cav, l’avrebbe voltato anche se fosse stato comunista….(Redazione)

Gerry Scotti, ospite di “Verissimo”, che guaio mi ha combinato Iva Zanicchi”

// // // //

Silvia Toffanin gli mostra il filmato in cui Iva Zanicchi l’aveva sponsorizzato per il Festival di Sanremo e Gerry Scotti rivela: “Mi ha fatto un disastro. Mi hanno chiamato tutti tranne Baglioni. Andrò a Sanremo con Iva Zanicchi a mangiare in pizzeria. Una proposta seria non l’ho mai ricevuta.

Iva Zanicchi contro Sanremo: “Certe zozzate io le conosco, voi no”

Iva Zanicchi
Iva Zanicchi

Iva Zanicchi, ospite da CR4 -Repubblica delle donnespara a zero sul Festival di Sanremo. La famosa cantante chiamata a commentare la sessantanovesima edizione del festival della canzone italiana non si è risparmiata: “Certe zozzate io le conosco, voi no”.

La cantante di Zingara, ospite di Chiambretti, torna a scagliarsi contro il Festival condotto da Claudio Baglioni. Non è la prima volta che si lascia andare a commenti negativi contro lo show musicale più atteso dagli italiani. Iva Zanicchi, ospite dell’ultima puntata di Verissimo, ha manifestato la sua volontà di tornare sul palco dell’Ariston. Salvo poi scagliarsi contro il direttore artistico, reo di non averla invitata. Senza freni come sempre ha dichiarato: “Sarei voluta tornare, ma Baglioni ha pensato bene di non invitarmi. Tutto sommato ha fatto bene, cosa se ne fa di una vecchia come me? Come se lui fosse giovane! […] Una canzone da presentare ce l’avevo, ma lui non mi ha chiamata. Io non l’ho mandata perché se mi avesse scartata gli avrei tirato un cazzotto

L’affondo contro Baglioni non si è fermato qui. La Zanicchi si augura che per il prossimo anno venga chiamato Gerry Scotti come direttore artistico:Conosce tutto di musica. Ma veramente tutto. Tutte le canzoni esistenti. Secondo me merita di condurre il Festival. Se lo conduce il prossimo anno sicuro mi chiama e ci vado con la mia canzone. Vorrei chiudere un qualcosa che ho iniziato tempo fa“.