Iva Zanicchi: “Io sono l’anti-diva per eccellenza”

 

Iva Zanicchi ai microfoni di “I Lunatici” l’altra notte ha parlato del Festival di Sanremo: “Non sono stata invitata, ci sarei andata volentieri ma non importa. Pensavo solo che visto che sono cinquant’anni dalla mia vittoria con Zingara, poteva essere carino andarci. Comunque guarderò Sanremo, io sono nata lì, in questi giorni mi è scappata qualche battutina, ma diciamoci la verità, Baglioni è un grande e anche quest’anno farà un bellissimo Festival”.

Sulle molestie nel mondo dello spettacolo: “I provoloni nello spettacolo esistono ma anche le donne non sono da meno, quando hanno il potere sono peggiori degli uomini. Spesso e volentieri, poi, queste ragazzotte all’uomo di potere gli si buttano tra le braccia. Pur di avere una particina provocano, vanno, fanno. Poi dopo dieci anni vengono a dire che sono state molestate. Da giovanissima ero a Castrocaro, mi chiamò un signore che lavorava lì e mi disse di andare nel suo ufficio. Io ci andai e lui mi disse che se fossi stata carina con lui avrei vinto Castrocaro. Fece per abbracciarmi e io, che ero molto forte, gli detti uno spintone che lo fece cadere a terra”

Tutti ricordano il suo programma “OK il prezzo è giusto!”: “Di fare questo programma me lo chiese Berlusconi. Mi invitò e mi disse di provare a fare questo programma. Inizialmente ero scettica, ma lui convinceva anche i sassi a diventare smeraldi”.

E dopo che il Cav ha annunciato la sua discesa in campo per le elezioni europee, noi vi proponiamo questa intervista della Iva nazionale, in ci dichiara che lei, il Cav, l’avrebbe voltato anche se fosse stato comunista….(Redazione)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.