Iva Zanicchi: “A Sanremo nella serata dedicata alle Cover, omaggerò Milva…” | INTERVISTA

“A Sanremo nella serata dedicata alle Cover, omaggerò Milva. La cantante preferita da mia mamma. Omaggio che farò ad entrambe. Milva fù una grande donna, e una grande artista che portò il nome dell’Italia in tutto il mondo

Fonte Foto web

Queste le parole della grande Iva Zanicchi, alla vigilia della 72Esima Edizione del Festival Di Sanremo. Un’edizione che sarà per lei una vittoria oltre l’esito della Kermesse. Perché dico ciò? Perché amore famiglia e musica hanno attorniato questa grande artista, visto che la figlia Michela sta portando avanti la tradizione di famiglia, prendendo in mano le redini della Luvi Records. Casa di produzione creata dal nonno e tramandata poi al padre.

Ma la felicità per la Zanicchi arriva anche con il nuovo progetto musicale della nipote Virginia. Che con tanta umiltà e un pizzico di divertimento si è lanciata sul mondo della Musica con il brano “Sotto la luna”. 

A raccontarcelo però sarà proprio Iva in questa bellissima intervista.

Lei torna a Sanremo con un brano messo da parte in attesa di un destino migliore. Brano e partecipazione che arrivano in un momento della sua vita in cui “Musica e Famiglia”, si fanno tutt’uno visto che sua figlia Michela la produce con la Luvi Records. Un connubio vincente che va oltre quello che sarà o potrà essere il risultato di Sanremo. Non crede?https://googleads.g.doubleclick.net/pagead/ads?client=ca-pub-6368935948772347&output=html&h=280&adk=4153306632&adf=738306258&pi=t.aa~a.2102809186~i.16~rp.4&w=770&fwrn=4&fwrnh=100&lmt=1643736619&num_ads=1&rafmt=1&armr=3&sem=mc&pwprc=3129001921&psa=1&ad_type=text_image&format=770×280&url=https%3A%2F%2Femmepress.com%2F2022%2F02%2F01%2Fiva-zanicchi-a-sanremo-nella-serata-dedicata-alle-cover-omaggero-milva-intervista%2F&flash=0&fwr=0&pra=3&rh=193&rw=770&rpe=1&resp_fmts=3&wgl=1&fa=27&adsid=ChAIgPTojwYQ7PbA0qSHhNYiEj0AUyn2heHNRIXgIFpRDTCjb3Opq50pi03j0G_qC-FCH6ektL9WCh0LAMRqo1xkuYyft6JnilgW9gu3sZ9O&uach=WyJXaW5kb3dzIiwiMTAuMC4wIiwieDg2IiwiIiwiOTcuMC40NjkyLjk5IixbXSxudWxsLG51bGwsIjY0IixbXV0.&dt=1643796373400&bpp=4&bdt=2350&idt=4&shv=r20220131&mjsv=m202202010101&ptt=9&saldr=aa&abxe=1&cookie=ID%3D8397728b97a72654-22ae7f4031cd004e%3AT%3D1643795963%3ART%3D1643795963%3AS%3DALNI_MYcuI_pLIaAcxGoGrx0UgsJEUdyWg&prev_fmts=1200×280%2C0x0%2C310x250%2C310x250%2C1005x124&nras=5&correlator=3894442896281&frm=20&pv=1&ga_vid=332452008.1643796090&ga_sid=1643796373&ga_hid=1096072124&ga_fc=1&u_tz=60&u_his=1&u_h=864&u_w=1536&u_ah=824&u_aw=1536&u_cd=24&u_sd=1.25&dmc=8&adx=205&ady=4795&biw=1519&bih=722&scr_x=0&scr_y=1962&eid=31064678%2C21067496&oid=2&psts=AGkb-H_EwZgDMFkcwElk60xXgOS2qxU5rgJ0yItVLvyUDm78hqpntZe8lS1JE09tQy0iwnLakm-nOk06qUo%2CAGkb-H-CilXRwpsKSBxziYAj-tMlrBYQjcXhvFzjWMjzKwzxO8eHXuJbMc2HqKMvJo2DZS0z9dHMmz__qy_q-8ODzqn8f5Cf_LUGu292&pvsid=2604563421409671&pem=411&tmod=665767905&uas=3&nvt=1&eae=0&fc=384&brdim=0%2C0%2C0%2C0%2C1536%2C0%2C1536%2C824%2C1536%2C722&vis=1&rsz=%7C%7Cs%7C&abl=NS&fu=128&bc=31&jar=2022-02-02-09&ifi=4&uci=a!4&btvi=4&fsb=1&xpc=vrdftaH3KF&p=https%3A//emmepress.com&dtd=4804

Diciamo che il brano non è stato messo da parte ma l’autore l’ha un po dimenticato. Lo stesso autore poi che ha scritto: “Io che amo solo te”, di Fausto Leali, e di “Ciao cara come stai”, con la quale vinsi Sanremo.

Questa estate poi quando ho ascoltato il brano me ne sono innamorata immediatamente e l’ho tenuta li ferma.https://googleads.g.doubleclick.net/pagead/ads?client=ca-pub-6368935948772347&output=html&h=280&adk=4153306632&adf=4287280903&pi=t.aa~a.2102809186~i.20~rp.4&w=770&fwrn=4&fwrnh=100&lmt=1643736619&num_ads=1&rafmt=1&armr=3&sem=mc&pwprc=3129001921&psa=1&ad_type=text_image&format=770×280&url=https%3A%2F%2Femmepress.com%2F2022%2F02%2F01%2Fiva-zanicchi-a-sanremo-nella-serata-dedicata-alle-cover-omaggero-milva-intervista%2F&flash=0&fwr=0&pra=3&rh=193&rw=770&rpe=1&resp_fmts=3&wgl=1&fa=27&adsid=ChAIgPTojwYQ7PbA0qSHhNYiEj0AUyn2heHNRIXgIFpRDTCjb3Opq50pi03j0G_qC-FCH6ektL9WCh0LAMRqo1xkuYyft6JnilgW9gu3sZ9O&uach=WyJXaW5kb3dzIiwiMTAuMC4wIiwieDg2IiwiIiwiOTcuMC40NjkyLjk5IixbXSxudWxsLG51bGwsIjY0IixbXV0.&dt=1643796373411&bpp=4&bdt=2360&idt=5&shv=r20220131&mjsv=m202202010101&ptt=9&saldr=aa&abxe=1&cookie=ID%3D8397728b97a72654-22ae7f4031cd004e%3AT%3D1643795963%3ART%3D1643795963%3AS%3DALNI_MYcuI_pLIaAcxGoGrx0UgsJEUdyWg&prev_fmts=1200×280%2C0x0%2C310x250%2C310x250%2C1005x124%2C770x280&nras=6&correlator=3894442896281&frm=20&pv=1&ga_vid=332452008.1643796090&ga_sid=1643796373&ga_hid=1096072124&ga_fc=1&u_tz=60&u_his=1&u_h=864&u_w=1536&u_ah=824&u_aw=1536&u_cd=24&u_sd=1.25&dmc=8&adx=205&ady=5233&biw=1519&bih=722&scr_x=0&scr_y=2349&eid=31064678%2C21067496&oid=2&psts=AGkb-H_EwZgDMFkcwElk60xXgOS2qxU5rgJ0yItVLvyUDm78hqpntZe8lS1JE09tQy0iwnLakm-nOk06qUo%2CAGkb-H-CilXRwpsKSBxziYAj-tMlrBYQjcXhvFzjWMjzKwzxO8eHXuJbMc2HqKMvJo2DZS0z9dHMmz__qy_q-8ODzqn8f5Cf_LUGu292&pvsid=2604563421409671&pem=411&tmod=665767905&uas=3&nvt=1&eae=0&fc=384&brdim=0%2C0%2C0%2C0%2C1536%2C0%2C1536%2C824%2C1536%2C722&vis=1&rsz=%7C%7Cs%7C&abl=NS&fu=128&bc=31&jar=2022-02-02-09&ifi=5&uci=a!5&btvi=5&fsb=1&xpc=hshXlNMuyS&p=https%3A//emmepress.com&dtd=4937

Una canzone melodica anche un po’ classica. Molto carina. Devo dire vestita bene, perché l’arrangiamento l’ha fatto Vincenzo Valli. Forse il più grande arrangiatore che abbiamo oggi in Italia.

Quindi una grande vittoria in primis?

Ha ragione, una grande vittoria. Ho sempre detto che mia figlia è una gran donna. Si è laureata, si è occupata della famiglia, e ora che i figli sono grandi, continuerà la tradizione di famiglia. Suo nonno aveva la Luvy Recods, una grande Casa di Produzione che aveva con sé Mina, Celentano, Fausto Leali, tutto il mio repertorio ecce cc. Quindi lei oggi prosegue quella che è una tradizione tramandata dal nonno dal padre fino a lei.

Per cui io ne sono strafelice, anche perché sta lavorando con grande competenza ed è molto brava. Per me è già una vittoria.https://googleads.g.doubleclick.net/pagead/ads?client=ca-pub-6368935948772347&output=html&h=280&adk=4153306632&adf=3797282942&pi=t.aa~a.2102809186~i.28~rp.4&w=770&fwrn=4&fwrnh=100&lmt=1643736619&num_ads=1&rafmt=1&armr=3&sem=mc&pwprc=3129001921&psa=1&ad_type=text_image&format=770×280&url=https%3A%2F%2Femmepress.com%2F2022%2F02%2F01%2Fiva-zanicchi-a-sanremo-nella-serata-dedicata-alle-cover-omaggero-milva-intervista%2F&flash=0&fwr=0&pra=3&rh=193&rw=770&rpe=1&resp_fmts=3&wgl=1&fa=27&adsid=ChAIgPTojwYQ7PbA0qSHhNYiEj0AUyn2heHNRIXgIFpRDTCjb3Opq50pi03j0G_qC-FCH6ektL9WCh0LAMRqo1xkuYyft6JnilgW9gu3sZ9O&uach=WyJXaW5kb3dzIiwiMTAuMC4wIiwieDg2IiwiIiwiOTcuMC40NjkyLjk5IixbXSxudWxsLG51bGwsIjY0IixbXV0.&dt=1643796373422&bpp=2&bdt=2371&idt=2&shv=r20220131&mjsv=m202202010101&ptt=9&saldr=aa&abxe=1&cookie=ID%3D8397728b97a72654-22ae7f4031cd004e%3AT%3D1643795963%3ART%3D1643795963%3AS%3DALNI_MYcuI_pLIaAcxGoGrx0UgsJEUdyWg&prev_fmts=1200×280%2C0x0%2C310x250%2C310x250%2C1005x124%2C770x280%2C770x280&nras=7&correlator=3894442896281&frm=20&pv=1&ga_vid=332452008.1643796090&ga_sid=1643796373&ga_hid=1096072124&ga_fc=1&u_tz=60&u_his=1&u_h=864&u_w=1536&u_ah=824&u_aw=1536&u_cd=24&u_sd=1.25&dmc=8&adx=205&ady=5829&biw=1519&bih=722&scr_x=0&scr_y=2956&eid=31064678%2C21067496&oid=2&psts=AGkb-H_EwZgDMFkcwElk60xXgOS2qxU5rgJ0yItVLvyUDm78hqpntZe8lS1JE09tQy0iwnLakm-nOk06qUo%2CAGkb-H-CilXRwpsKSBxziYAj-tMlrBYQjcXhvFzjWMjzKwzxO8eHXuJbMc2HqKMvJo2DZS0z9dHMmz__qy_q-8ODzqn8f5Cf_LUGu292&pvsid=2604563421409671&pem=411&tmod=665767905&uas=3&nvt=1&eae=0&fc=384&brdim=0%2C0%2C0%2C0%2C1536%2C0%2C1536%2C824%2C1536%2C722&vis=1&rsz=%7C%7Cs%7C&abl=NS&fu=128&bc=31&jar=2022-02-02-09&ifi=6&uci=a!6&btvi=6&fsb=1&xpc=EX466bY0ra&p=https%3A//emmepress.com&dtd=5116

Famiglia Musica Amore, sono tre diamanti preziosi della vita che in poche occasioni si uniscono e si fondono così bene come nel suo caso. Perché le dico questo? Perché ho avuto il piacere di intervistare sua nipote e in quell’occasione con tanta onestami ha rivelato che non sa cosa ne sarà del suo futuro con la musica, ma è contenta che in questa avventura ci sia la nonna che lei tanto ammira. Da nonna qual’ è il suo desiderio in merito?about:blank

Ah guardi mi sembra di sognare. Avevo proposto a Virginia il brano visto che lei ha questa capacità straordinaria, e in più una bellissima voce. Gli dissi guarda che per te può essere un grande divertimento. Ma è anche giusto che tu continui i tuoi studi, poi se ti rendi conto che ti piacerà potrebbe anche diventare il tuo futuro lavoro.

Questo mestiere, bisogna amarlo, bisogna avere quella fiamma speciale che si ha dentro per poter fare questo lavoro, perché non è facile. E’ un lavoro pieno di impegni, di momenti bui, per tutti. Bisogna essere molto forti.https://googleads.g.doubleclick.net/pagead/ads?client=ca-pub-6368935948772347&output=html&h=280&adk=4153306632&adf=1680165859&pi=t.aa~a.2102809186~i.34~rp.4&w=770&fwrn=4&fwrnh=100&lmt=1643736619&num_ads=1&rafmt=1&armr=3&sem=mc&pwprc=3129001921&psa=1&ad_type=text_image&format=770×280&url=https%3A%2F%2Femmepress.com%2F2022%2F02%2F01%2Fiva-zanicchi-a-sanremo-nella-serata-dedicata-alle-cover-omaggero-milva-intervista%2F&flash=0&fwr=0&pra=3&rh=193&rw=770&rpe=1&resp_fmts=3&wgl=1&fa=27&adsid=ChAIgPTojwYQ7PbA0qSHhNYiEj0AUyn2heHNRIXgIFpRDTCjb3Opq50pi03j0G_qC-FCH6ektL9WCh0LAMRqo1xkuYyft6JnilgW9gu3sZ9O&uach=WyJXaW5kb3dzIiwiMTAuMC4wIiwieDg2IiwiIiwiOTcuMC40NjkyLjk5IixbXSxudWxsLG51bGwsIjY0IixbXV0.&dt=1643796373429&bpp=3&bdt=2378&idt=3&shv=r20220131&mjsv=m202202010101&ptt=9&saldr=aa&abxe=1&cookie=ID%3D8397728b97a72654-22ae7f4031cd004e%3AT%3D1643795963%3ART%3D1643795963%3AS%3DALNI_MYcuI_pLIaAcxGoGrx0UgsJEUdyWg&prev_fmts=1200×280%2C0x0%2C310x250%2C310x250%2C1005x124%2C770x280%2C770x280%2C770x280&nras=8&correlator=3894442896281&frm=20&pv=1&ga_vid=332452008.1643796090&ga_sid=1643796373&ga_hid=1096072124&ga_fc=1&u_tz=60&u_his=1&u_h=864&u_w=1536&u_ah=824&u_aw=1536&u_cd=24&u_sd=1.25&dmc=8&adx=205&ady=6948&biw=1519&bih=722&scr_x=0&scr_y=4115&eid=31064678%2C21067496&oid=2&psts=AGkb-H_EwZgDMFkcwElk60xXgOS2qxU5rgJ0yItVLvyUDm78hqpntZe8lS1JE09tQy0iwnLakm-nOk06qUo%2CAGkb-H-CilXRwpsKSBxziYAj-tMlrBYQjcXhvFzjWMjzKwzxO8eHXuJbMc2HqKMvJo2DZS0z9dHMmz__qy_q-8ODzqn8f5Cf_LUGu292&pvsid=2604563421409671&pem=411&tmod=665767905&uas=3&nvt=1&eae=0&fc=384&brdim=0%2C0%2C0%2C0%2C1536%2C0%2C1536%2C824%2C1536%2C722&vis=1&rsz=%7C%7Cs%7C&abl=NS&fu=128&bc=31&jar=2022-02-02-09&ifi=7&uci=a!7&btvi=7&fsb=1&xpc=5fuihDNlAZ&p=https%3A//emmepress.com&dtd=5475

Quindi da donna vorrei che si laureasse, che incontrasse il grande amore e che si sposasse. Sai come siamo noi nonne(sorride).

Insomma sono felice perché sono attorniata da persone che amo.

Voglio Amarti, è il brano che porterà a Sanremo. Brano che ha il vero obiettivo di introdurre il suo nuovo Album. Cosa può svelarci in merito?

L’Album è stato appena ultimato e si chiamerà “Gargana”, che per molti non ha significato, ma è una parola dialettale che ascoltavo sempre da bambina. Le amiche di mia mamma dicevano sempre: “Ehi ma che gargana sta bambina”. Ovvero ma che voce ha questa bambina. E così è stato un ricordo un omaggio alla mia mamma.

Cosa troveremo in questo Album?

Ci saranno degli inediti, tranne due canzoni che sono un omaggio al grande Domenico Modugno, con “L’uomo in frack”, e l’altro brano è quello che canterò la sera delle Cover a Sanremo, di “Don Bachy”. Omaggio da parte mia a Milva, la cantante del cuore della mia mamma. Una donna è che è stata davvero una grande artista che ha portato il nome dell’Italia in tutto il mondo.

Pensando alla sua carriera la mente inevitabilmente mi ha riportato a galla una frase di William Shakespeare. Frase che cito testualmente: “E se arriverai portata dal destino, che sia come un canto.” A questo proposito allora se dovesse nuovamente affidare la sua ma alla “Zingara del 1969”, a cui affidò la sua voce(e di conseguenza il suo destino), quale sarebbe oggi la sua lettura?https://googleads.g.doubleclick.net/pagead/ads?client=ca-pub-6368935948772347&output=html&h=280&adk=4153306632&adf=930691523&pi=t.aa~a.2102809186~i.48~rp.4&w=770&fwrn=4&fwrnh=100&lmt=1643736619&num_ads=1&rafmt=1&armr=3&sem=mc&pwprc=3129001921&psa=1&ad_type=text_image&format=770×280&url=https%3A%2F%2Femmepress.com%2F2022%2F02%2F01%2Fiva-zanicchi-a-sanremo-nella-serata-dedicata-alle-cover-omaggero-milva-intervista%2F&flash=0&fwr=0&pra=3&rh=193&rw=770&rpe=1&resp_fmts=3&wgl=1&fa=27&adsid=ChAIgPTojwYQ7PbA0qSHhNYiEj0AUyn2heHNRIXgIFpRDTCjb3Opq50pi03j0G_qC-FCH6ektL9WCh0LAMRqo1xkuYyft6JnilgW9gu3sZ9O&uach=WyJXaW5kb3dzIiwiMTAuMC4wIiwieDg2IiwiIiwiOTcuMC40NjkyLjk5IixbXSxudWxsLG51bGwsIjY0IixbXV0.&dt=1643796373437&bpp=2&bdt=2386&idt=2&shv=r20220131&mjsv=m202202010101&ptt=9&saldr=aa&abxe=1&cookie=ID%3D8397728b97a72654-22ae7f4031cd004e%3AT%3D1643795963%3ART%3D1643795963%3AS%3DALNI_MYcuI_pLIaAcxGoGrx0UgsJEUdyWg&prev_fmts=1200×280%2C0x0%2C310x250%2C310x250%2C1005x124%2C770x280%2C770x280%2C770x280%2C770x280&nras=9&correlator=3894442896281&frm=20&pv=1&ga_vid=332452008.1643796090&ga_sid=1643796373&ga_hid=1096072124&ga_fc=1&u_tz=60&u_his=1&u_h=864&u_w=1536&u_ah=824&u_aw=1536&u_cd=24&u_sd=1.25&dmc=8&adx=205&ady=7794&biw=1519&bih=722&scr_x=0&scr_y=4924&eid=31064678%2C21067496&oid=2&psts=AGkb-H_EwZgDMFkcwElk60xXgOS2qxU5rgJ0yItVLvyUDm78hqpntZe8lS1JE09tQy0iwnLakm-nOk06qUo%2CAGkb-H-CilXRwpsKSBxziYAj-tMlrBYQjcXhvFzjWMjzKwzxO8eHXuJbMc2HqKMvJo2DZS0z9dHMmz__qy_q-8ODzqn8f5Cf_LUGu292&pvsid=2604563421409671&pem=411&tmod=665767905&uas=3&nvt=1&eae=0&fc=384&brdim=0%2C0%2C0%2C0%2C1536%2C0%2C1536%2C824%2C1536%2C722&vis=1&rsz=%7C%7Cs%7C&abl=NS&fu=128&bc=31&jar=2022-02-02-09&ifi=8&uci=a!8&btvi=8&fsb=1&xpc=1aljNL9lhR&p=https%3A//emmepress.com&dtd=5783

Non potrei sperare che mi dicesse una frase migliore di quella che ha appena citato. Ma io vorrei che questa zingara mi dicesse: “Bene hai avuto una vita lunga e piena di cose bellissime e poi anche di cose meno belle, come i dolori. Ma è la vita. Ma questa zingara mi dovrebbe dire di non arrendermi e di andare avanti perché ho ancora un po’ di tempo da godere e da cantare, tra palchi e teatri.”

Questo articolo è stato pubblicato in Tv da Mirko . Aggiungi il permalink ai segnalibri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.